Engagement ‘agile’ per le imprese innovative e i loro dipendenti

Engagement ‘agile’ per le imprese innovative e i loro dipendenti

E’ tempo di HR Innovation Awards 2019 per gli Executive HR delle aziende operanti in Italia e impegnate nella Digital Transformation. 

Durante il convegno “Agile Transformation: così si allenano le organizzazioni per il futuro”, in cui è stata presentata un ricerca da parte dell’ Osservatorio HR Innovation Practice del Politecnico di Milano, sono state premiate numerose aziende in altrettante categorie: dal premio Performance Management di Banca IFIS al Recruiting di Esselunga, dall’ HR Transformation del Gruppo Mondadori al Talent Attraction di Engineering. Ma vediamo in sintesi quali sono le informazioni che possono esserti utili per i tuoi scopi.

ENGAGEMENT COME FATTORE CRITICO DI SUCCESSO

Parlano i numeri, l‘85% dei dipendenti nelle imprese “agili” si dichiara motivato e coinvolto, a differenza di quelli operanti nelle imprese tradizionali (31%). 

Se hai ancora timore a ingaggiare relazioni con qualcuno al di fuori della tua azienda è meglio che inizi a lavorarci su, siccome è una skill che risalta nel tuo CV.

 Se non sai come fare, posso aiutarti a costruirti un metodo efficace e monitorabile, ti basta richiedere info da qui.

LE SFIDE PRINCIPALI PER IL 2019

Le Direzioni delle Risorse Umane sono consapevoli che bisogna intervenire su modelli agili e, per questo, hanno individuato alcuni elementi fondamentali all’interno del contesto lavorativo:

  • Modelli di organizzazione del lavoro (45%)
  • Cultura e competenze digitali (43%)
  • Employer Branding e Talent Acquisition (41%)

Il problema è che solo un’azienda su cinque sta introducendo questo tipo di concetto ‘agile’. 

Grande successo, invece, per la People Strategy, ovvero una strategia di sviluppo del capitale umano, cresciuta del 19% rispetto all’anno precedente. 

I PRINCIPALI STRUMENTI DIGITALI

L’Osservatorio ha individuato anche le iniziative più diffuse riguardo alle tecnologie su cui puntano le aziende. 

In ambito Social Media ci sono quelle non professionali utilizzate per l’employer branding e il recruiting dal 45% delle aziende, mentre la gamification è ancora poco diffusa nelle aziende agili (26%), anche se registrano un +10% rispetto a quelle tradizionali.

La formazione fa da padrona nel settore Mobile: il 48% ha introdotto strumenti di micro-learning e app per la comunicazione fra management e collaboratori, nonché il supporto ai nuovi assunti. E qui il divario tra agile e tradizione si allarga notevolmente.

Sono in crescita gli strumenti di Artificial Intelligence dove si prevede una forte espansione di tools quali chatbot e assistenti virtuali, soprattutto in ambito amministrativo e per effettuare lo screening dei CV.

non dire che non ti avevo avvertito…sei sempre in tempo a (ri)leggere questi consigli.

Infine, spingono forte anche gli Analytics a supporto del processo di HR, utilizzati principalmente per monitorare l’assenteismo (29%), le performance dei dipendenti (24%) e il turnover (21%). 

Ancora poco diffuse, ahimé, le iniziative per migliorare l’engagement delle persone (17%), utile a costruire competenze di supporto alla propria carriera.

Adesso lo sai: essere agili sul lavoro aiuta la carriera e la tua crescita personale.