E-learning: significato e come farlo in maniera produttiva per puntare ai risultati.

E-learning: significato e come farlo in maniera produttiva per puntare ai risultati.

Ti capita di seguire lezioni online ma terminare senza nulla di concreto tra le mani? Ti sfugge il significato di e-learning rispetto a un webinar, webcast o videomeeting?

Il mondo pandemico ha introdotto un nuovo (?) modo di fare lezione. Situazioni che prima erano normali in alcuni paesi e in certi contesti (es. ambiente universitario) ora stanno diventando di dominio pubblico e prendono sempre più piede nella vita privata delle persone.

In questo articolo scoprirai:

  • significato di e-learning
  • qual è la differenza con le altre modalità di lavoro
  • come puoi ottimizzare il tuo tempo online

1. E-learning: significato

E-learning è l’apprendimento in linea o telematico di una competenza o materia di cui hai bisogno per migliorare la tua professione o la tuo conoscenza.

L’obiettivo di questo tipo di didattica può essere individuato in tre vantaggi:

  1. rapidità di apprendimento; puoi acquisire una nuova competenza in qualsiasi momento
  2. distanze annullate; puoi accedere a coach distanti km da te
  3. accessibilità; puoi usufruirne in qualsiasi momento e a basso costo

La seduta di e-learning presenta altri vantaggi importanti come la filosofia just-in-time (appena in tempo): ti colleghi un minuto prima dell’inizio, anche mentre stai facendo altro.

2. La differenza dell’e-learning coaching dalle altre sessioni online

Una sessione di e-learning coaching, come quella gratuita di 45 minuti che faccio con molti utenti, si distingue per il 1-to-1 con il coachee (colui/colei che la richiede) rispetto:

  • alle sessioni di gruppo
  • alla sessione registrata e usufruibile in qualsiasi momento.

Questo tipo di coaching te lo consiglio caldamente se vuoi sviluppare un tuo progetto personale e hai bisogno di un professionista che ha già mosso i passi nel creare quello che tu vuoi realizzare.

Al partecipante viene richiesta la massima attenzione per la parte di apprendimento; qui non vai in consulenza, ma impari a fare delle cose pratiche che puoi mettere in campo da subito.

E’ formazione pure, non solo teoria e strategia.

O magari vuoi fare qualcosa e non sai da dove iniziare: un confronto è sempre una fonte di ispirazione per lanciare un nuovo progetto. Quando ho iniziato a scrivere questo blog e a fare consulenze, avevo mille idee in mente, ma sempre con una s’inizia!

Detto ciò, nell’attuale contesto di smart working, quante volte hai passato 1 ora davanti al pc per un meeting?

2.1. Webinar

Il webinar nasce dall’unione di due parole: web e seminar. E un seminario virtuale in diretta in cui s’incontrano tre o più persone. L’interlocutore principale modera la sessione e può permettere l’intervento dei partecipanti (o parlare solo lui).

2.2. Webcast

Un webcast è una presentazione online distribuita sul web che utilizza lo streaming per diffondere il contenuto a più persone possibili o in simultanea.

Attenzione: in questo caso può sembrare che il moderatore sia in diretta, ma invece è registrato. L’interazione con gli utenti è registrata, quindi tu, anche se fai domande, non ricevi risposte live.

3. Trucchi per rendere produttiva una sessione di e-learning

Le distrazioni sono dietro l’angolo…o nell’altra stanza. Per ottenere il massimo risultato da una sessione di e-learning coaching ed entrare in uno ‘stato di flow’ ti do alcune dritte da applicare subito.

e-learning significato

Cos’è lo stato di flow? Il flow (flusso in italiano) è uno ‘stato di coscienza’ in cui la persona è completamente immersa durante un’attività. Un esempio è lo sportivo professionista prima e durante una gara olimpica, oppure io mentre scrivo un articolo di blog. 😛

  • Dritta #1

Silenzia il cellulare, senza vibrazione e nascondilo dietro il laptop (se usi un pc portatile) oppure fuori dal tuo campo visivo.

  • Dritta #2

Isolati in una stanza e organizzala per essere efficiente ed efficace allo stesso tempo. Se vivi con qualcuno avvisali quando possono entrare e disturbarti e quando, invece, non devono nemmeno bussare la porta.

  • Dritta #3

Prendi carta e penna. Fai domande al tuo coach e tieni nota di ogni consiglio. Se hai dei dubbi fai domande, se hai certezze…fai domande. Quando termina la sessione di e-learning coaching rivedi i tuoi appunti, ordinali e mettili in pratica da subito.

RIASSUNTO

Le sessioni di e-learning coaching sono fondamentali per una crescita rapida e autodidatta. Viene, purtroppo, esclusa la parte energetica dovuta al contatto fisico con il coach e al suono della voce spesso rovinato dalle interferenze.

Ad ogni modo queste ‘modalità di consulenza’ prenderanno sempre più piede: sta a te utilizzarle al meglio durante i momenti di smart working e nei weekend passati in casa.

Posso esserti utile a sviluppare un tuo progetto fondato sulla reputazione e il content marketing? Scrivimi a info@lavoroingrande.it, leggo e rispondo a tutte le mail in meno di 24 ore.

E ricorda: lavora in grande!

Oreste