Come eccellere da dipendente (e i lavori più brutti al mondo)

Come eccellere da dipendente (e i lavori più brutti al mondo)

Tutti lo siamo. Anche tu. Dipendiamo da qualcosa: lavoro, soldi, amore, salute, sesso, vita sfrenata, calcio… Insomma, ogni ambito nella nostra vita pende di più verso uno di questi macro-insiemi.

Qui, però, voglio puntare il riflettore sul Dipendente da lavoro. Ci viene incontro la Treccani con la sua definizione:

dipendènte agg. e s. m. e f. [part. pres. di dipendere]. – 1. agg. Che dipende, che è ad altri soggetto o subordinato: ufficiorgani d.; lavoratori d., e lavoro d. (non autonomo). 

Ora vediamo il perché fai ancora il dipendente e quali sono i vantaggi e il problema di questo ruolo. Al termine di ogni tipologia ti lascerò un consiglio, non sottovalutarlo.

Per non farti annoiare troppo ho anche incluso i 10 lavori peggiori al mondo in cui fare il dipendente. Se ne hai fatto almeno uno, ti prego, scrivimi e raccontami la tua esperienza.

PERCHE’ FAI IL DIPENDENTE

La prima cosa che ti viene in mente quando senti questa parola non è proprio bella: dipendente dalle droghe, dal gioco d’azzardo, dal fumo, dall’alcool…

Insomma, un dramma.

Quando ripensi, invece, al tuo lavoro capisci che l’unica cosa da cui dipendi è il denaro. E’ sbagliato? E’ normale?

Dipendere dall’entrata a fine mese va benissimo, se quel lavoro ti piace e ti sprona a diventare una persona migliore ogni giorno.

Avere un obiettivo personale di carriera, vivere  in un ambiente di lavoro stimolante, relazionarsi con persone importanti all’interno della tua azienda e con i tuoi migliori clienti/fornitori, sono requisiti fondamentali per trovare la giusta (di)pendenza verso il lavoro.

N.B. Ho scritto VIVERE in un ambiente di lavoro perché giustamente ci passi 8-10 ore, un terzo della tua vita.

TIPOLOGIE DI LAVORO DIPENDENTE

Gerarchia aziendale

Il Cairo e le sue Piramidi sono più vicine di quanto credi. Nella piramide aziendale anche tu hai un ruolo ben definito da un Contratto Nazionale del Lavoro e disciplinato dalla legge all’art 2095 del codice civile italiano.

Vediamoli in sintesi. Per approfondire l’argomento dal punto di vista legislativo, ti invito a cercare sul web informazioni da persone più competenti in materia.

Il mio interesse è quello di farti prendere coscienza della tua situazione e aiutarti ad eccellere nella tua posizione, oppure cambiare lavoro qualora lo desiderassi.

OPERAIO

Il colletto blu, terminologia di derivazione USA, grazie al colore delle tute da lavoro. Un operaio è un lavoratore dipendente che esegue un lavoro manuale.

Qual è il problema principale? La facilità di sostituzione. Fuori tu, dentro un altro.

Quali sono i vantaggi? Facilità nel trovare questo tipo di lavoro, basta farsi un bagno d’umiltà e avere spirito di sacrificio. Orario di lavoro fisso, se vuoi fai gli straordinari.

Il consiglio: non lamentarti dello stipendio e delle condizioni di lavoro, sfrutta il tempo che hai a disposizione per costruirti un’entrata alternativa e, magari un giorno, cambiare lavoro o sganciarti dalla tua posizione. Conosco tanti ex operai che ora sono felici di quello che fanno, ma lo hanno desiderato immensamente.

IMPIEGATO

Il colletto bianco, perché porta (ma anche no) la camicia. Identifica quei lavoratori che svolgono mansioni meno fisiche, ma spesso più remunerate in quanto puntano sull’intelletto.

Qual è il problema principale? Se non sei ambizioso puoi appassirti alla scrivania e vivere 40 anni di lavoro forzato. C’è chi ci sguazza… Trovare un’azienda? La grado di sostituzione è più basso, se non hai creato valore nel tempo e l’età avanza diventa difficile riuscirci.

Quali sono i vantaggi? Il fisico non ne risente in quanto stai seduto 8-10 ore. Anche se questa frase è da rivedere per ogni individuo, il fatto di non fare lavori manuali ti permette di non subire il danno da lavoro usurante. Stipendio costante nel tempo, puoi arrivare a guadagnare buone cifre a fine mese.

Il consiglio: cerca di differenziarti ed eccellere nel tuo lavoro per scalare rapidamente i livelli del tuo CCNL (Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro). E se non sei soddisfatto costruisci un tuo smart business con il quale trovare le soddisfazioni che in ufficio non hai.

QUADRO

Perché hai guardato la parete? Lo chiamo il colletto verde, un ibrido tra impiegato e dirigente.

Infatti, quando non esiste un dirigente per una determinata funzione, il quadro può rivestire ruoli direttivi (se previsto dal contratto).

Qual è il problema principale? Accomodarsi o soffrire in una posizione da dipendente senza poter ambire alla Dirigenza, in quanto più rischiosa. A volte, gli viene richiesto di ricoprire i ruoli di un Dirigente senza ricevere la sua retribuzione. Non gli spettano gli straordinari. Tempo per la famiglia e le passioni? Peggio di impiegati e dirigenti.

Quali sono i vantaggi? Stipendio ottimo rispetto alla media italiana, senza timbrare il cartellino. Gli spetta un’indennità di funzione in busta paga. Non possono essere licenziati con l’art. 18.

Il consiglio: forsa hai timore di lasciare la tua posizione per andare in un’altra azienda, anche come Dirigente, ma questo non deve fermarti nel dimostrare agli altri il tuo valore. Crea una strategia (semi)automatica di content marketing  per condividere con il pubblico le tue esperienze e il tuo valore. Saranno le aziende a cercarti fortemente per la tua posizione.

DIRIGENTE

The Manager. Questo dipendente fa parte del management dell’azienda e possiede autonomia decisionale e dev’essere in grado di gestire e guidare le persone.

Qual è il problema principale? Può essere licenziato in qualsiasi momento per giustificato motivo soggettivo, lo dice la Cassazione. Ha grandi responsabilità.

Quali sono i vantaggi?  Remunerativo: stipendio, benefits e bonus. Nessun obbligo di frequenza a lavoro. Si confronta direttamente con l’Amministratore Delegato dell’azienda. Se ha uno spessore elevato, supportato dai risultati, può vendersi in qualsiasi azienda.

Il consiglio: aumenta il tuo valore percepito attraverso i canali social come LinkedIn e crea contenuti di valore per il tuo pubblico e le aziende, anche quelle concorrenti. Non hai tempo per farlo? Contattami e ti aiuto a capire come realizzarlo insieme. La delega è una tua qualità, giusto?

IL DIPENDENTE: I DIECI PEGGIORI LAVORI AL MONDO

Dopo aver illustrato le varie tipologie di dipendente e averti consigliato come intervenire per ambire a una posizione migliore, ti mostro chi se la passa peggio.

Se non pensi in grande, in futuro, potresti trovarti senza lavoro. Non per colpa tua, ma sempre senza lavoro.

E non vorrai mica rischiare di fare uno di questi lavori, vero?

Con tutto il rispetto per queste figure professionali (nessuno si offenda) il portale Next Generation ci fornisce un elenco dei peggiori lavori al mondo.

Ne ho elencati solo dieci, due non li considero lavori brutti (attore e mascotte) ma tosti in quelle situazioni. Al link sopra trovi le foto di ogni mansione. Vediamole nel dettaglio.

IL NUOTATORE FOGNARIO

A Città del Messico, il sistema fognario funziona grazie a impavidi addetti alla manutenzione, che spesso devono tuffarsi per sistemare le cose. Il lavoratore deve nuotare tra rifiuti umani, cadaveri di animali e varie ed eventuali…in un caldo imbarazzante.

IL PULITORE DI ORECCHIE PER STRADA

In India esistono gli AirPoders, senza brand Apple. Questi “scavatori di orecchie” di strada sono armati di attrezzi in metallo e cotone e ti revisionano i tappi per qualche rupia indiana.

ASSASSINO DEI PIDOCCHI

I pidocchi e le loro lendini (le uova dei pidocchi) sono il timore di molte famiglie.

Con l’aiuto dei coraggiosi “Lice Assassins” della clinica privata londinese The Hair Force i parassiti vengono eliminati. Se passi da Londra e ti prude la testa, sai dove andare.

CONTROLLORE DEI PARASSITI

Che si tratti di uccidere scarafaggi o topi questo lavoro non è mai facile.

Qual è il nemico peggiore? Probabilmente le vespe, in quanto costruiscono enormi nidi in soffitta. E fidati che se si arrabbiano facilmente se le importuni…

CHIROPODISTA

Dalle verruche alle unghie dei piedi incarnite, una classica pedicure.

 Alcuni superano il problema dell’odore con una macchia di vapore da strofinare sotto il naso.

Non puoi controllare i piedi altrui, quello che ti arriva prendi. E se provi fastidio con in mano un bisturi può succedere la tragedia.

ASSAGGIATORE DI CIBO PER ANIMALI DOMESTICI

Da degustatore di cibo umano a quello animale è un attimo. Trasformare il piatto in ciotola è arte.

Questo tipo di assaggiatore mastica, verifica il prodotto e lo sputa. Ma lo fa più e più volte. A un certo punto sono convinto che ti piacerà.

RACCOGLITORI DI RIFIUTI DEI FESTIVAL

Cosa faresti per ricevere un biglietto gratuito per un festival?

Accetta di fare il raccoglitore di rifiuti a Glastonbury, uno dei festival più grandi al mondo.

Cosa devi fare? Insieme a centinaia di volontari devi alzarti prima degli altri partecipanti e arrancare nel fango, o peggio ancora, rimanere dopo il termine del festival per pulire l’inferno d’immondizia.

PULITORE DI PORTALEOO

O lo usi o lo pulisci. Lo trovi nei parchi pubblici, alle fiere e nei festival. Il portable toilet lo hai usato sicuramente.

Questo addetto alle pulizie è armato di tubo e aspirapolvere per ripristinare l’ordine nella toilet di plastica.

LO SCAVATORE DI BUCHE

Senza patente per la ruspa, deve armarsi di pala e piccone. Ore e ore a scavare in attesa dell’ospite. Pace alla pazienza sua.

SNIFFATORE DI ASCELLE

Diciamoci la verità: se utilizzi i mezzi pubblici non puoi evitare questo mestiere (non retribuito). Un colloquio con un’ascella di terze persone è inevitabile durante il tran tran quotidiano.

E chi pensi che verifichi il deodorante prima di essere messo in vendita? Lascialo testare agli altri, tu usalo.

RIASSUNTO

Ti ho illustrato quali sono le tipologie di lavoro dipendente che puoi svolgere o alle quali puoi ambire, con le dovute proporzioni.

Essere il migliore nel proprio settore, nella propria azienda o nel proprio ufficio, non è difficile. Servono costanza e ambizione nell’applicare determinate azioni.

Qualora volessi scrivermi per raccontarmi le tue difficoltà maggiori, inviami una mail a info@lavoroingrande.it e descrivimi la tua situazione.

Se hai piacere, puoi rimanere aggiornato iscrivendoti alla newsletter che trovi qui sotto oppure con un like alla pagina Facebook.

Pensa in grande!

Oreste