Come scrivere un Curriculum (e avere più possibilità di fare un colloquio).

Come scrivere un Curriculum (e avere più possibilità di fare un colloquio).

Spett.le Ditta, come da lei richiesto nell’offerta di lavoro

Hai finito sì? Siamo nel duemilamille.

A meno che tu non debba candidarti in Parlamento o come Rettore presso un’Università, le formalità non servono.

Al giorno d’oggi trovi HR e Responsabili delle Risorse Umane sui social network come LinkedIn, un posto magnifico in cui puoi comunicare in maniera informale (ma educata) e dimostrare il tuo valore.

A proposito, ce l’hai un profilo LinkedIn? Altrimenti trovi qui come costruirlo.

Bene. Andiamo ad analizzare il tuo asso nella manica: il Curriculum Vitae.

IL CV E’ SUPERATO?

Direi di no. Come ti ho detto in un articolo precedente il Curriculum Vitae è il tuo asso nella manica quando devi cercare lavoro, non il tuo primo strumento.

Cercare lavoro iniziando a inviare CV come se non ci fosse un domani rischia di crearti sconforto e ansia a causa delle mancate risposte da parte degli HR.

E tu non vuoi bruciarti opportunità di lavoro, giusto?

Il CV è uno strumento valido quando le offerte di lavoro non ti permettono di arrivare direttamente a chi le ha create (vedi HR o dipendente di un’azienda).

Quello che devi sapere, però, è che queste offerte nascondono delle insidie: software per la scrematura dei CV non in linea con l’offerta, CV raccolti solo per rimpolpare un database, HR che leggono il tuo CV solo 6 secondi…

Insomma, il tuo CV deve trasformarsi in un perfetto Cavallo di Troia. L’obiettivo, infatti, è quello di presentarsi di fronte al Selezionatore.

Poi inizia un’altra battaglia, ma non ne parleremo qui.

A proposito, hai scaricato il Kit per Lavoro e Carriera? Lo trovi in Homepage.

COME ATTIRARE L’ATTENZIONE CON IL CURRICULUM

Immagina di scorrere le storie su Instagram o Facebook.

Quando tieni premuto per guardarle bene? Quando le scorri velocemente perché sembrano le stesse cose di ogni giorno?

Il tuo Curriculum Vitae deve essere una storia acchiappa attenzione, un magnete per gli occhi del Selezionatore.

E per fare questo deve presentarsi come a una cena di Gala. Vediamo nel dettaglio come dev’essere impostato.

Puoi prendere visione del mio CV, così da farti un’idea su come crearlo graficamente. Lo vuoi anche tu? Scrivimi, e con una Consulenza hai in regalo 5 revisioni del tuo CV.

DATI PERSONALI

Non sottovalutarli. Il dato più importante da sistemare è l’indirizzo in cui abiti attualmente.

Se il selezionatore ti chiama adesso per vederti domani, tu sei pronto a incontrarlo?

Non scrivere la residenza, bensì il domicilio in cui ti trovi.

E la data di nascita?

Lasciala perdere, perché, se le tue competenze sono in linea con l’offerta di lavoro, un HR di buon livello non ti discriminerà.

Inseriscila solo se viene richiesta nella descrizione (es. profilo Junior under 26).

ESPERIENZE

Elenca quelle più significative e ordinate da quella attuale (o più recente) fino alla prima.

Ma elenca solo quelle in linea con l’offerta di lavoro.

Ti candidi come Esperto Contabile? Lascia perdere l’esperienza come scaffalista al supermercato quando facevi l’Università. La userai in colloquio per dimostrare come eri determinato da giovane a studiare e mantenerti con un lavoro.

ISTRUZIONE

Hai preso il massimo dei voti? Fai comparire il tuo voto in calce.

Sei sotto il 105? Lascia perdere, punta sulle competenze e sulle skills acquisite negli anni.

L’istruzione deve comparire in prima pagina, il voto può essere omesso. Per come la vedo io non è un parametro per valutare un candidato.

Tanto sai già se puoi rientrare nei loro potenziali candidati: è l’offerta che te lo chiede.

RIEPILOGO

Una piccola lettera di presentazione all’interno del CV non guasta.

Qualche riga per descrivere chi sei aiuta a mostrare la tua personalità e i tuoi interessi.

SKILL

Chi più ne ha più ne metta (ma con senso).

Ci sono agenzie di reclutamento che preferiscono trovare quelle basiche come Microsoft Word, Power Point, ecc…

Altre che vogliono solo competenze più tecniche come programmi o argomenti di settore (es. Growth Hacking).

Qui non c’è il giusto o sbagliato, ma una regola sì: non scrivere cose generiche come posta elettronica o social media. Sii più dettagliato in base a quello che l’offerta ti chiede.

Se cercano un esperto in Facebook Ads, può mai servire la skill di Pinterest? E una segretaria avrà bisogno di Power Point o Excel?

LINGUE

Il dialetto? Non credo ti serva.

Magari puoi essere il giusto Copywriter specializzato in articoli di blog scritti in dialetto per un pubblico di lettori di nicchia, appartenenti alla tua Regione di nascita. Oltre a questo impiego non c’è altro.

Sei madrelingua ma non hai certificazioni? Fregatene: lo dimostrerai dal vivo al Selezionatore.

Sei poliglotta certificato? Perfetto. Ti si aprono svariati mondi grazie alla tua skill comunicativa.

CERTIFICATI

Reali e affidabili. Di solito sono garantiti dalla società che lo emette o da un codice per verificare la validità.

Più la società è famosa, più il certificato acquista valore. Rendilo disponibile da qualche parte per permettere al Selezionatore di visionarlo e fidarsi di te (es. sul profilo LinkedIn)

PRIVACY

Non dimenticarla: senza quella il CV non passa il sistema di controllo. Puoi salvarti se lo invii via mail al Selezionatore, ma poi ti chiederà di inserirla.

Scrivi questa frase:

Autorizzo il trattamento dei dati personali contenuti nel mio Curriculum Vitae in base all’Art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e all’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali.

Esempio CV Design

COME AUMENTARE IL VALORE DEL TUO CURRICULUM VITAE

Hai capito come costruire un CV magnetico, ma può bastare?

Dalla mia esperienza ti dico di no.

Ho seguito amici e clienti che hanno inviato 20-30 Curriculum Vitae in una sola giornata, ricevendo 2-3 risposte per poi non essere ricevuti in colloquio.

E ti parlo anche di ragazzi con due Lauree. Secondo te è colpa delle loro competenze o del metodo che hanno utilizzato?

“Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose.”

Albert Einstein

Il primo consiglio che ti do è di pensare a una strategia basata sui contenuti. Le persone hanno bisogno di capire chi sei, quanto puoi creare valore per loro e se puoi portare un valore aggiunto all’interno del loro business.

Limitarsi al semplice tentativo di cercare un posto di lavoro è cosa superata, per quanto riguarda mansioni impiegatizie e manageriali (a meno che tu non abbia un CV top).

Un altro consiglio è quello di tenere traccia delle tue azioni attraverso Trello, una piattaforma con calendario integrato per ricordarti le azioni da compiere step by step.

Non sei un amante della tecnologia? Un file excel può bastare, le colonne le trovi nell’immagine. E magari tieni traccia di quanti Curriculum Vitae vanno a buon fine.

Cosa ti serve questo monitoraggio? A non perdere fiducia nelle tue azioni e a tenere traccia dei contatti da cui non hai ricevuto risposta, così da poterli risentire.

Ricorda: think big, start small.

CONSIGLI UTILI

Curriculum Vitae Formato Europeo

Lascialo perdere. Il formato Europass è stato introdotto per garantire una uniformità di comunicazione delle proprie competenze per chi cerca lavoro nei paesi dell’Unione Europea.

Usalo solo se devi candidarti per un posto nella Pubblica Amministrazione.

Quando inviare il CV

Tra le 6 e le 8 del mattino. E’ questo l’arco temporale che garantisce un alto tasso di apertura.

Rileggi con attenzione

Prendi fiato e rileggi da capo il tuo Curriculum Vitae. Non mettere a rischio l’occasione di un colloquio per una serie di errori grammaticali o di incongruenze con la tua reale esperienza lavorativa.

E il profilo LinkedIn? E’ meglio che sia coerente.

COME AIUTARTI NEL TUO PERCORSO LAVORATIVO

Quello che faccio in Consulenza insieme a te, oltre a fornirti degli strumenti pratici, è costruirti un percorso per dare valore al tuo profilo professionale, grazie ai contenuti, e permetterti di emergere agli occhi di aziende ed HR, così da garantirti un più elevato “potere di acquisto” del CV. 8)

Qui puoi chiedere informazioni sulla Consulenza, 45 minuti sono gratuiti per conoscerci meglio e conoscere i tuoi obiettivi/problemi nel lavoro.