Come lavorare da casa e guadagnare soldi extra ogni mese

Come lavorare da casa e guadagnare soldi extra ogni mese

In un articolo precedente ho già parlato della situazione in Italia per quanto riguarda la disoccupazione. Tu ne fai parte? Oppure stai cercando alternative al tuo lavoro o maggiori guadagni mensili?

Conoscere il mercato in un cui lavoriamo è cosa buona e giusta. Preparare una strategia per guadagnare più soldi a fine mese (o perché no, a fine settimana) è eroico.

In questo articolo non ti elencherò cento lavori che puoi fare: m’interessa indicarti i più remunerativi, quelli che possono portarti un buon aumento di reddito oltre al tuo stipendio mensile.

1. Il mercato del lavoro in Italia in breve

Grazie alle nuove tecnologie e alla diffusione dei social media i lavori homemade spopolano sempre più. In un momento storico in cui la disoccupazione è al 10% e molte offerte di lavoro non hanno candidati validi per ricoprire certe posizioni, il lavoro fatto da casa, grazie all’online, richiama l’attenzione di persone di ogni fascia d’età.

Lo stipendio è sempre lo stesso, al massimo aumento di 100€ al mese dopo 5-10 anni.

Il capo, poi, non lo sopporti più: urla, ti dà indicazioni contraddittorie, non si assume le proprie responsabilità…insomma, il tuo ambiente di lavoro è un campo da battaglia.

Se il mercato del lavoro e le condizioni in cui ti trovi cambiano rapidamente, penso che anche tu, come persona fisica, dovresti farlo. E quale miglior posto della scrivania di casa tua con un bel computer portatile?

2. Lavoro da casa: perché ti preoccupa e pensi di non farcela

Lavoro 8-10-12-200 ore al giorno e devo mettermi al computer pure a casa? La tv oppure una bella serie su Netflix ha più fascino di creare contenuti di valore. Se questo è il tuo pensiero fisso allora non inizierai mai un lavoro da casa. E fai bene.

Ma ti do una bella notizia: questa preoccupazione puoi distruggerla se sei capace di gestire il tuo tempo e hai una forte predisposizione al sacrificio.

Lo so, l’inizio è il più difficile perché devi integrare il tuo attuale lavoro con un altro. Solo quando sarai avviato potrai decidere se dedicarti solo al lavoro da casa.

Lavorare da casa non è sinonimo di tranquillità o poco lavoro. Bisogna essere in grado di organizzare i propri impegni e le proprie passioni, quindi a far conciliare il dovere con il piacere.

Solo se sarai organizzato potrai ottenere dei risultati nel lungo termine. E soprattutto partire con le idee chiare.

3. Vantaggi e svantaggi di lavorare da casa

Come ogni nuovo lavoro che si rispetti, anche quello da casa (che poi è vago come concetto, in quanto decidi tu dove sarà casa tua mentre lavori) presenta i suoi vantaggi e svantaggi.

Te ne indico tre, sono i più impattanti. Gli altri li incontrerai strada facendo.

3.1 Tre vantaggi

Te l’ho detto prima: il tempo. Unica risorsa al mondo che al momento non può essere prodotta, ma solo consumata. Avere più tempo per te e i tuoi progetti ti rende una persona migliore, carica di aspettative ed entusiasta.

Ricordi il film In Time? Il tempo è la tua moneta.

Vedi la tua famiglia solo a cena durante la settimana? Lavorare da casa ti permette di stare con i tuoi figli e vederli crescere oppure passare più tempo con il tuo partner e condividere insieme un progetto.

Quanto vale un’ora del tuo tempo? Prendi lo stipendio e dividilo per le ore di lavoro. Fatto? Quello è il tuo guadagno orario e quanto valore produci. Non frega a nessuno se sei il migliore dell’ufficio o lo scansafatiche, un super professionista o mega imprenditore.

Il terzo vantaggio? Grazie al web i soldi che guadagni non hanno limite di crescita e non seguono l’apertura e la chiusura della tua azienda o dei mercati. Altrimenti non si chiamerebbe World Wide Web.

3.2 Tre Svantaggi

Il modo per iniziare e fallire subito è avere un mindset debole. Il lavoro online richiede pazienza, costanza e applicazione quotidiana, anche solo per fare piccole azioni.

La caratteristica più importante di questa mentalità è che le azioni siano tutte ben definite e orientate a raggiungere il risultato, così da capire subito se vale la pena investirci il proprio tempo.

Se il tuo ufficio è casa tua, allora sei in un campo minato di distrazioni. Frigorifero, TV al plasma 300″, bambini che girano per casa, il cane che vuole uscire, il/la partner…

Per gestire queste situazioni ti consiglio di riunire i componenti della famiglia e dare indicazioni su come si devono comportare nelle fasce orarie che hai indicato e nelle quali non devono disturbarti. Mai.

E ricorda: comunque vada è sempre colpa tua. Assumersi la responsabilità delle proprie azioni è un altro attributo dell’imprenditore digitale. Ma penso valga per tutti. 🙂

Come il maestro di un’orchestra ha la sua bacchetta, anche l’imprenditore digitale ha il suo strumento. Dotarsi di una tecnologia troppo datata non ti aiuterà nei momenti iniziali del tuo progetto. Quindi metti in conto di aggiornarti appena le cose funzionano.

Oggi puoi iniziare a creare un’attività partendo da una semplice pagina Facebook gratuita fino ad arrivare a un sito web semplice ma ben strutturato. E il tutto a costi ridottissimi.

Hai mai letto il libro 100€ bastano di Chris Guillebeau? Te lo consiglio, ha intervistato un sacco di persone che hanno avuto successo partendo con pochi euro fino a raggiungere fatturati a sei zeri.

NOTA BENE: in questo articolo non ti parlerò della parte fiscale in quanto non ti serve a un tubo. Finché non validerai la tua idea è inutile che pensi alla Partita IVA. Non devi aprire la Partita Iva troppo presto, rischi di buttare denaro in qualcosa che potrebbe non funzionare e non portare risultati nel tempo.

Se vuoi, il mio consiglio è quello di cominciare a costruire il tuo business e guadagnare i primi soldi dai prodotti o servizi che offri; solo una volta che avrai superato la fatidica soglia dei 5.000€ allora ti metterai a posto con il Fisco, grazie al tuo commercialista.

4. Lavoro da casa o sfruttare gli spazi di co-working?

Un dilemma che perseguita molti lavoratori online è dove crearsi il proprio ufficio mobile. Vediamo come scegliere lo spazio corretto per le tue esigenze.

4.1 Lavoro da casa

Diceva un famoso scrittore britannico:

Come faccio a far capire a mia moglie che anche quando guardo dalla finestra sto lavorando?

Joseph Conrad

Se la tua tendenza è quella ad essere introverso e a isolarti nel tuo lavoro, magari perché ti occupi di programmazione o hai bisogno della massima concentrazione per creare, allora ti consiglio di ritagliarti un angolo di casa per creare il tuo ufficio.

Il costo è a impatto zero sul bilancio e non hai bisogno dei mezzi pubblici o della benzina per spostarti. Te lo consiglio per la fase iniziale, quando devi definire degli obiettivi e impostare un nuovo mindset.

Se vuoi combattere anche la sindrome da pisolino ti consiglio di vestirti come se fossi in ufficio (ma senza cravatta) e di fissare in agenda degli slot di orari che rispetterai per portare a compimento le task del giorno.

Per fare una pausa, esci fuori 10 minuti ogni ora di lavoro e cammina all’aria aperta: i tuoi pensieri ne beneficeranno e la tua mente si rilasserà.

4.2 Co-Working

I nomadi digitali sanno benissimo come scegliere un ottimo coworking, ma tu non hai bisogno di andare nel famoso Hubud in Indonesia. Almeno per ora.

In Italia ci sono molte società che forniscono questo servizio, tra cui le più quotateTAG – Talent Garden e Cowo. Altrimenti ti consiglio di sceglierne uno su Coworking Italia.

Nei coworking space le scrivanie possono essere affittate a tempo indeterminato oppure su base mensile e giornaliera. Tieni conto che dovrai iscrivere nel tuo bilancio, nella sezione costi, un importo oscillante tra i 150-300€ mensili.

Ma avrai sicuramente una connessione stabile, sarai circondato da persone con la stessa predisposizione per il lavoro online e potrai crearti nuove opportunità professionali.

5. I 6 migliori lavori da casa

Ora che sei pronto a crearti il tuo lavoro online, devi solo scegliere una tua passione, definire una nicchia, raccogliere i primi iscritti, costruire un sito web… Sto andando troppo veloce?

Se non hai competenze in questo campo per partire da zero con un tuo business online, puoi sempre sfruttare cinque lavori da fare che non tengono conto delle tue competenze tecniche. Per quello ti consiglio di leggere questo articolo.

Copywriter

Ti piace scrivere ma a lavoro sei limitato a farlo? Bene, puoi proporti come copywriter per numerose aziende o professionisti che non vogliono perdere tempo a scrivere in stile persuasivo e corretto.

Loro ti danno i contenuti o le indicazioni e tu preparai il lavoro.

Tieni conto che un buon copywriter freelance guadagna 40€ all’ora. La scheda statistica di Jobbydoo ti aiuta a capire lo stipendio medio per un dipendente.

Traduttore

Parli più lingue o le insegni in qualche istituto?  Un traduttore guadagna uno stipendio medio di  1.500€ al mese.

Se devi proporre un servizio da freelancer puoi farti pagare “a parole” oppure “a blocchi di testo”.  Se non vuoi partire in autonomia puoi chiedere di entrare nella rete di Acolad, agenzia che si occupa di fornire servizi di traduzione internazionali.

Blogger

Lo stai leggendo. Un blog è come un diario con il quale raggiungi un pubblico vasto di lettori, interessati ai tuoi argomenti e al tuo settore di riferimento.

Come guadagna un blogger?

 Dopo che hai creato il tuo sito in WordPress (rapido, economico e facile da utilizzare), inizia a creare contenuti di valore; appena indicizzano grazie alla SEO e creano traffico verso il tuo blog, sfrutta Google AdSense per ricevere soldi a ogni clic effettuato dall’utente sul banner pubblicitario che sponsorizzi.

Questo è il modo più semplice di guadagno. Gli altri li scoprirai quando e se avrai successo.

Social Media Manager

Sei stanco di non fare il manager nella tua azienda?

Sono molte le persone e le aziende che si affidano al SMM da remoto: una persona capace di gestire la strategia social di una piccola-media impresa o di un professionista.

In questo caso il guadagno è variabile, da 300€ al mese per un cliente privato fino a più di 1.000 euro per una media impresa.

Cosa devi saper fare? Usare i Social Network ed esplorarne di nuovi, così da rimanere al passo con i tempi. Il web pullula di corsi di Social Media Marketing: investi del tempo per imparare nuove competenze.

Ripetizioni e insegnante di lingua

Hai del talento e molta pazienza nello spiegare un argomento ostico? Oppure parli più lingue?

Le ripetizioni delle materie sono un settore che non andrà mai in crisi. Mediamente un insegnante di ripetizioni prende dai 25 ai 50€ l’ora. In Università ne vedi a flotte, ma a volte sono proprio gli studenti che vengono vicino a dove lavori, così da farti ridurre le spese per gli spostamenti.

E per gli insegnanti di lingua? Ti consiglio di usare italki, un portale dove puoi creare il tuo profilo e insegnare agli utenti la tua lingua preferita. Italiano o altre. L’importante è lavorare di qualità e guadagnarsi le migliori recensioni.

Coach

Non serve fischietto e cappellino stile coach americano di football, ma un semplice schermo e una chiamata via Skype.

Il coaching richiede una competenze specifica in un determinato settore: se pensi di averne puoi vendere le tue consulenze online.

Ci sono molte persone che vogliono crescere e migliorarsi grazie al confronto costante con un’altra persona autoritaria. Sfrutta il web (soprattutto i social) per farti conoscere e creare contenuti di valore.

Se vuoi costruire una strategia a medio-lungo termine non esitare a chiedermi aiuto. Leggere fa bene, entrare in azione ti rende speciale. 🙂

RIASSUNTO

Adesso puoi iniziare. Hai visto quali sono i lavori da casa che ti permettono di guadagnare dei bei soldini, se ti applichi con costanza e impegno.

Inoltre, sei consapevole che non ti serve un ufficio, ma basta la scrivania di casa tua o un coworking.

E se vuoi sviluppare un business online da zero? In questo caso manda un mail a info@lavoroingrande.it  scrivendo in oggetto “LAVORO DA CASA”.  Ti risponderò al più presto.

E non dimenticarti di iscriverti alla newsletter per ricevere tutte le novità per la tua carriera e il tuo business.

A presto e pensa in grande.

Oreste